Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

7 benefici dei semi di lino che forse non conoscevi

I semi di lino, un tempo sconosciuti, oggi un po’ meno, sono ricchissimi di acidi grassi polinsaturi, proteine, sali minerali e polifenoli, e hanno tantissime proprietà positive per il nostro organismo.

Semi di lino benefici

Fanno bene al cuore, regolano l’attività intestinale, aiutano il sistema nervoso e l’attività cerebrale, donano bellezza alla nostra pelle e ai capelli.

Si possono usare al naturale, sotto forma di olio o uniti alla composizione cosmetica di shampoo, maschere e cosmetici.

Di seguito un piccolo elenco di benefici e controindicazioni dei semi di lino che forse non conoscevi.

Semi di lino: una fonte naturale di Omega 3 per i vegani e i vegetariani

La fonte vegetale con più alta concentrazione di Omega 3 sono proprio i semi di lino. Le diete vegane e vegetariane, anche se considerate valide da un punto di vista nutrizionale, possono essere carenti di EPA e DHA, costituenti indispensabili per un sano sviluppo delle membrane cellulari, della retina e il mantenimento di una buona funzionalità cerebrale.

Problemi di memoria e concentrazione

L’olio di semi di lino può costituire per vegani e vegetariani, una fonte alternativa di Omega 31, utile per mantenere una dieta equilibrata, senza dover assumere cibi di derivazione animale come salmone, sgombro, acciughe e pesci in generale.

Semi di lino e kefir: un antidoto naturale alla stitichezza

L’intestino è il centro del benessere del nostro corpo. Per vivere bene è necessario mantenerlo in salute e, diciamo così, anche mantenerlo pulito!

I semi di lino sono un vero toccasana per la regolarità intestinale e uniti al Kefir, riescono a liberare l’intestino da tossine, muco e batteri. Ma se non digerisco il latte posso bere il kefir con tranquillità? La risposta è sì.

Il kefir è una bevanda fermentata a base di latte, adatta anche a chi è intollerante al lattosio, perché durante il processo di fermentazione perde il 99,5% del lattosio presente in origine in maniera naturale2.

Olio di semi di lino: un elisir per la menopausa

L’olio estratto dai semi di lino è ricchissimo di un costituente chiamato acido alfa linoleico che se assunto con regolarità aiuta ad attenuare i disturbi legati alla menopausa.

Un cucchiaio di olio di semi di lino assunto al mattino prima di colazione:

  • Migliora l’ossigenazione dei tessuti
  • Riduce le infiammazioni
  • Aiuta il sistema immunitario
  • Migliora il ricambio cellulare

Se l’idea di bere un cucchiaino d’olio non ti piace, puoi aggiungere un paio di cucchiai di semi di lino freschi ma privi del loro guscio, in un vasetto di yogurt la mattina e consumarli a colazione. Tranquilla in commercio li trovi già pronti!

Semi di lino: amici del colesterolo buono, nemici del colesterolo cattivo

I semi di lino contengono acidi grassi polinsaturi Omega 3 e Omega 6 che hanno la grande capacità di abbassare i livelli di colesterolo LDL (quello cattivo) e di aumentare i livelli di colesterolo HDL (quello buono), questo soprattutto grazie all’azione:

  • dell’acido alfa linoleico, appartenente alla famiglia degli Omega 6 e
  • dell’acido alfa-linolenico (Omega 3)

A ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue sarebbero però i semi di lino macinati freschi3 e non l’olio, apparentemente privo di questa capacità. Si consiglia di assumerne due cucchiai al giorno.

Scarica qui l’eBook gratuito: Manuale del Colesterolo (PDF)

Semi di lino: un valido aiuto per la memoria e la concentrazione

I semi di lino oltre a essere ricchi di Omega 3, sono anche una fonte di antiossidanti, di vitamina B e di lecitina. Assunti regolarmente possono rappresentare una valido aiuto per la memoria e la concentrazione, soprattutto quando il loro calo dipende dall’età4.

Semi di lino: un solido sostegno per la salute delle ossa

Uno studio5 condotto dal ricercatore Mer Harvi e dalla sua equipe presso il National Research Center del Cairo ha dimostrato che l’olio di semi di lino avrebbe delle proprietà benefiche per l’osteoporosi, specialmente per le donne che soffrono di diabete e in menopausa.

Dai risultati dello studio è emerso l’uso di olio di lino nella dieta può portare alla normalità i livelli di osteocalcina.

Semi di lino: una protezione per il cuore

Salute del cuore

L’acido alfa-linolenico (ALA), i lignani e i glicosidi presenti nei semi di lino aiuterebbero anche la normale funzionalità cardiovascolare, proteggendo il cuore e i vasi sanguigni.

Questo perché:

  • Normalizzano la pressione sanguigna
  • Regolano i livelli di colesterolo
  • Hanno un’azione antinfiammatoria generale per tutto l’organismo
  • Riducono i fenomeni di aggregazione piastrinica evitando così la possibile formazione di trombi

I lignani inoltre contribuiscono a mantenere i normali livelli di zuccheri nel sangue, beneficio non indifferente in caso di diabete di tipo II.

Semi di lino: stop ai capelli che si spezzano

Sicuramente le donne sanno che i semi di lino sono utilissimi per la bellezza dei capelli. Li rendono morbidi, estremamente pettinabili ed evitano che le doppie punte si spezzino.

impacchi capelli secchi

Questo accade perché i semi di lino sono ricchissimi di Vitamina E, un potente antiossidante che previene i danni i danni prodotti dai radicali liberi sia al cuoio capelluto che ai capelli. Gli Omega 3 e gli Omega 6 nutrono inoltre i follicoli peliferi e aiutano a contrastare eventuali infiammazioni e la possibile presenza di forfora.

Per la bellezza dei capelli puoi scegliere se utilizzare l’olio vegetale di semi di lino come impacco pre-shampoo, oppure assumere i semi freschi per arricchire la tua alimentazione.

Per quanto riguarda i benefici per la pelle, le mucillagini e la pectina svolgerebbero un’azione protettiva nei confronti dell’epidermide e contribuirebbero a ridurre eventuali fenomeni infiammatori, compresi quelli riconducibili all’acne.

Semi di lino controindicazioni

Il fatto che determinati rimedi siano naturali non vuol dire che siano del tutto privi di effetti collaterali e controindicazioni, per questo mi fa piacere indicarli, in modo che tu ne possa fare sempre un uso consapevole. Ti segnalo pertanto le controindicazioni più importanti per i semi di lino.

  • I semi di lino anche se naturali sono da assumere con cautela in gravidanza a causa della loro componente fitoestrogenica.
  • Sono sconsigliati anche nei bambini, che non hanno ancora un apparato gastrointestinale completamente formato.
  • Un uso eccessivo dei semi di lino potrebbe inoltre modificare il normale assorbimento di alcuni farmaci, per questo è importante non assumerli contemporaneamente.

Per il momento credo di averti detto tutto sui benefici e le controindicazioni dei semi di lino, fammi sapere, magari utilizzando i commenti, se da domani le tue colazioni o insalate si arricchiranno di questo fantastico alimento!

eBook depurazione salute e bellezza

Ultimo aggiornamento il: 20/06/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

BIBLIOGRAFIA

1 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana Omega3, non solo pesce.

2 Humanitasalute.it Kefir, i probiotici amici dell’intestino (anche degli intolleranti al lattosio). Dott.ssa Beatrice Salvioli.

3 Prevenzionecuore.it I Semi di Lino.

4 Fondazione Umberto Veronesi Otto cibi per nutrire il cervello che invecchia. Serena Zoli.

5 Inderscience Publishers Flaxseed oil may reduce osteoporosis risk.

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 20/06/2019

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    vincenzo

    |

    Salve, sto assumendo un antibiotico x una infezione post operatoria,
    la sera prima di andare a dormire assumo anche mezzo bicchiere di semi di lino che macino al momento e poi metto acqua e li mando giu.
    può avere controindicazioni per via del antibiotico?
    Saluto e Ringrazio Vincenzo.

    Rispondi a vincenzo

    • Avatar

      Dott.ssa Federica De Santi

      |

      Ciao Fabio,

      con i semi di lino sono disponibili tantissimi prodotti alimentari.
      La soluzione migliore per te è andare in un erboristeria o centro di alimenti naturali e chiedere direttamente a loro.
      TE ne consiglieranno tantissimi 🙂

      Rispondi a Dott.ssa Federica De Santi

  • Avatar

    rosita

    |

    voglio provarlo – stamattina con l’esito delle analisi del sangue viene evidenziata una carenza di vitamina D. RIFARO’ le analisi fra due mesi enel frattempo provero’ ad integrare la dieta con i semi di lino. grazie del suggerimento.

    Rispondi a rosita

Lascia un commento

Vitamina E: quale integratore scegliere A nessuno piace invecchiare, guardarsi allo specchio e vedere la propria pelle del viso spenta e con...
Antiossidanti naturali: a cosa servono? A cosa servono gli antiossidanti naturali? Gli antiossidanti naturali servono al nostro organismo pe...
Vitamina E: ecco in quali alimenti la trovi In questo articolo scoprima in quali alimenti trovi più Vitamina E. Lo sapevi che la vitamina E è...
Salsa di sesamo Tahin: nutriente ed energetica Stanco di fare colazione sempre con cappuccino e cornetto? Ami le colazioni continentali ma vorresti...
I migliori antiossidanti in farmacia Quali sono i migliori antiossidanti che si possono trovare in farmacia? Molto bene, se sei giunto a ...
Carenza di vitamina D: cosa comporta Se vuoi scoprire cosa comporta una carenza di Vitamina D, da cosa è causata e quali sono i consigli ...

Un regalo per te!

Utilizza questo codice nel nostro shop di prodotti naturali e ricevi il 10% di sconto sul tuo ordine.

BLOG05

Il codice sconto deve essere inserito nel campo "Coupon Sconto" durante la creazione dell'ordine.