Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Dormire senza cuscino è una buona idea?

C’è chi preferisce dormire senza cuscino e chi invece del cuscino non ne può proprio fare a meno. Addirittura c’è chi per dormire ne ha bisogno di ben 2 o 3 su cui poggiare la testa. Ma allora … è meglio dormire senza cuscino o con il cuscino?

In quest’articolo vedremo se dormire senza cuscino è una buona o cattiva idea, se dormire direttamente con la testa poggiata sul materasso ha dei vantaggi per la salute, o se invece è sempre meglio garantire al tratto cervicale un giusto sostegno.

dormire senza cuscino

Se anche per te dormire e soprattutto dormire bene è importante, e soprattutto sei stanco di svegliarti la mattina pieno di dolori, prima di iniziare a leggere l’articolo ti suggerisco di scaricare la nostra guida dedicata al riposo perfetto. All’interno troverai tanti segreti utili per iniziare a dormire bene già da stasera. La guida è gratuita e la puoi scaricare subito cliccando il pulsante qui sotto.

La storia del cuscino

Prima di entrare nel vivo dell’articolo un po’ di curiosità sul cuscino; ad esempio lo sapevi che il cuscino è nato ben 9000 anni fa in Mesopotamia? A quel tempo però non erano soffici come li conosciamo noi, ma duri, realizzati utilizzando dei massicci blocchi di pietra. Ma questo poco importava agli antichi abitanti della “terra dei fiumi”, che come unico desiderio avevano quello di riparare la testa da insetti e sporcizia.

In Cina invece, le famiglie più facoltose, per riposare usavano dei cuscini realizzati in legno oppure ceramica, sapientemente decorata.

Molto più comodi amavano riposare gli antichi Greci e gli antichi Romani, che da bravi cultori dell’Otium e del buon riposo, preferivano poggiare la testa su morbidi guanciali imbottiti di piume o di paglia.

Per avere il cuscino così come lo conosciamo noi bisognerà attendere la Rivoluzione industriale, quando iniziarono a venir prodotti morbidi guanciali di stoffa e di forma rettangolare.

Quello che la storia della nascita del cucino ci dimostra è che l’uomo ha da sempre cercato dei modi per sostenere la testa nei momenti di riposo, come se il supporto del cucino fosse una conditio sine qua non per riposare bene.

Oggi il mercato offre una varietà di cuscini davvero incredibili. Ne esistono di tutte le forme e di diversi materiali, ognuno con le sue particolarità. Ne esistono morbidi, duri, fatti con piume d’oca o in soffice memory foam … ma quale cuscino scegliere per riposare? Quali sono e caratteristiche che deve avere un cuscino per garantirci un sonno di qualità e soprattutto un risveglio senza mal di schiena o cervicale?

Magari prima di leggere questo articolo non ci avevi mai pensato, ma noi passiamo ben 1/3 della nostra vita dormendo, è giusto quindi farlo nelle migliori condizioni possibili, sia per una questione di benessere generale, che per quello del nostro collo e della nostra schiena. Quando non dormiamo, o quando dormiamo male, siamo tutti più nervosi e molto meno concentrati sia a lavoro che nella vita privata. È giusto quindi dare al sonno l’importanza che merita.

Dormire senza cuscino fa bene per la cervicale o no?

La notte è un momento molto importante per la nostra salute, perché è durante il sonno che il nostro organismo si rigenera e che strutture anatomiche importanti come il collo e la colonna vertebrale finalmente possono riposarsi. Pensa che il collo poverino, con le sue sole 7 vertebre, porta per tutto il giorno il peso della testa, che di solito si aggira intorno ai 5 kg. Un peso non da poco per una struttura così piccola, ecco perché spesso durante il giorno questa zona è soggetta a dolori e tensioni muscolari. Non a caso la prima vertebra cervicale si chiama Atlante, come il Titano figlio di Zeus, che fu costretto dallo stesso padre a tenere sulle spalle l’intera volta celeste, per punirlo dell’alleanza stretta con Crono.

L’unico momento che il collo ha per riposarsi è proprio la notte, quando finalmente, dopo una lunga giornata di lavoro ce ne andiamo a letto.

Al contrario di ciò che alcuni pensano, dormire senza un adeguato supporto non è affatto una buona soluzione contro i dolori cervicali, anzi nella maggior parte dei casi tende a peggiorarli e ora ti spiego il perché.

L’area cervicale è una zona molto importante per la nostra salute e il nostro benessere. Come hai letto prima è la zona che collega la colonna vertebrale alla testa, una zona che tra le altre cose è anche molto ricca di terminazioni nervose e per questo molto sensibile. Se la sottoponiamo a una fonte di stress continuo, non solo di giorno ma anche la notte, presto inizierà ad accusare dolori e una certa rigidità articolare, compromettendo così anche i movimenti della testa.

Se fino ad oggi eri convinto che dormire senza cuscino fosse un modo per alleviare i dolori alla cervicale, sappi che stavi sbagliando. Il modo migliore di riposare è quello di farlo assecondando le curve naturali del nostro apparato scheletrico, soprattutto quella cervicale.

Dormire senza il supporto di un cuscino, specialmente per chi ama riposare di lato, può risultare deleterio, perché costringe il collo in una posizione innaturale e troppo inclinata. Questa postura scorretta con il passare del tempo genererà delle tensioni muscolari che arriveranno fino alle spalle.

Anche durante il sonno, come del resto di giorno, è quindi importante assumere una postura corretta, e possiamo farlo solo utilizzando il giusto sostegno, in questo caso un cuscino, e anche un materasso, in grado di assecondare le naturali curve del nostro tratto cervicale, così da assicurare il corretto allineamento di testa, collo e spalle.

 

In memory foam, fibre artificiali o in lattice? Come scegliere il cuscino per dormire

 

Ora che sai che dormire senza cuscino non è una buona idea, vediamo quali caratteristiche dovrebbe avere un cuscino per garantirci un sonno ristoratore e un risveglio privo di dolori.

Come ti accennavo prima oggi in commercio esiste davvero una grande quantità di cuscini, realizzati con una gran vastità di materiali.

Esistono cuscini in lattice, memory foam, fibre artificiali, lana … ma quale scegliere per dormire?

Per quanto riguarda la scelta del materiale ognuno è libero di comprare quello che preferisce, l’importante è che il cuscino non sia né troppo duro, né troppo morbido, perché in entrambi casi non svolgerebbe più la sua funzione di naturale sostegno per la testa. Anche se c’è da dire che i cuscini realizzati in memory foam riescono ad adattarsi meglio alla forma del corpo.

Per quanto riguarda l’altezza invece, i cuscini bassi sono indicati solo per chi ama dormire a pancia sotto, mentre chi dorme supino o di lato dovrebbe utilizzare un cuscino più spesso e compatto, preferibilmente non troppo grande.

Se soffri di dolori al collo o rigidità articolare potresti pensare di scegliere un cuscino per la cervicale. Sono fatti apposta per chi soffre di dolori localizzati al collo. Hanno una forma un po’ insolita rispetto ai cuscini tradizionali e abituarsi a dormire su di loro può richiedere qualche giorno, ma ti assicuro che chi li ha provati non ne può davvero più fare a meno.

L’importante se decidi di acquistare questo tipo di cuscino è rivolgerti a negozi specializzati o rivenditori di articoli sanitari, evitando gli acquisti a scatola chiusa, meglio sempre provare prima. Nei casi di dolore più severo invece sarebbe opportuno rivolgersi a uno specialista, ortopedico o fisiatra, che a seconda del problema lamentato e della sua gravità ti saprà sicuramente consigliare su quale cuscino comprare.

Oltre al cuscino 7 abitudini per dormire bene

Un buon sonno non migliora soltanto i dolori alla cervicale ma anche la qualità della vita. Per dormire bene oltre a scegliere un buon cuscino esistono anche altre abitudini che possono aiutarti a riposare meglio la notte, e che ti riporto brevemente di seguito. Se vuoi dormire bene da stasera:

  1. Evita di sottoporre l’organismo a sforzi mentali o fisici prima di andare a dormire
  2. La sera a cena evita pasti troppo pesanti o abbondanti
  3. Non fumare, questo non solo la sera prima di andare a letto ma anche durante il giorno
  4. Limita il numero di caffè che bevi durante il giorno e l’ultimo non oltre l’ora di pranzo
  5. Non andare a dormire sino al momento in cui ti senti davvero stanco o stanca
  6. Non usare pc, tablet o smartphone quando sei a letto
  7. Concilia il sonno con una tisana rilassante o un bicchiere di latte caldo

Spero di averti dato qualche consiglio utile sulla scelta del cuscino e spero che già da stasera il tuo sonno sarà migliore. Per qualsiasi dubbio o curiosità non esitare a scrivermi nei commenti, sarò felice di risponderti.

Ultimo aggiornamento il: 25/07/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    Serenella

    |

    1) Molto interessante la genealogia del cuscino.
    2) Mi sono congratulata con me stessa perché, istintivamente, ho fatto (e non fatto), quanto suggerite. Grazie. Serenella

    Rispondi a Serenella

Lascia un commento

Stress da rientro: 5 rimedi infallibili per superarlo Tutti dobbiamo rientrare dalle vacanze e fare rientro a lavoro o a scuola, e tutti potremmo soffrire...
Insonnia e risvegli notturni: perché capitano e come fare Hai frequenti risvegli notturni? Quanto tempo è passato dall’ultima volta che hai fatto una bella do...
Insonnia in gravidanza Tra poco diventerai mamma, quando hai scoperto la notizia quasi non riuscivi a crederci, ma è propri...
Come riuscire a dormire bene la notte Riposa meglio allontanando ansia e stress in modo naturale I ritmi di oggi sono molto frenetici per...
Dormire poco fa male? Vediamo cosa succede al nostro fisico se non si dorme Sono le 9. Hai iniziato a lavorare da poco ma già pensi a quando andare a prendere il caffè, il terz...
Insonnia in menopausa: rimedi naturali per dormire bene la notte Un'altra faticosa giornata di lavoro è finita. Tuo marito dorme già da un po' sdraiato sul divano (b...
eBook Gratuito
Guida al Riposo Perfetto

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail? Scoprirai:

  • Cosa succede quando dormiamo?
  • REM o non REM
  • Disturbi del sonno: cause e conseguenze
  • Rimedi naturali per un buon riposo
  • Le 10 buone abitudini per fare sogni d’oro
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuoi ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Controlla subito la tua casella di posta!
Fatto!