Integratori naturali per il colesterolo e i trigliceridi

Colesterolo alto? Trigliceridi in eccesso? In questa pagina trovi i più potenti integratori naturali per colesterolo e trigliceridi in eccesso. Accanto a Liposan Forte, l'integratore testato da uno studio clinico (-20% colesterolo e trigliceridi in 3 mesi) troverai gli indispensabili Omega 3 ottenuti dal Krill che sono fino a quattro volte più potenti di quelli del pesce e poi il Melograno, l'Acai e il Noni: tre frutti che supportano il lavoro del fegato e migliorano il metabolismo dei grassi.

COLESTEROLO: FACCIAMO IL PUNTO

Negli ultimi tempi la parola “colesterolo” porta con sé sempre un certo timore. Quasi fosse uno spauracchio dal quale bisogna difendersi perché altrimenti chissà cosa può capitare.

Se da un lato l’attenzione per questa sostanza è necessaria, bisogna anche ricordare che il colesterolo è prima di tutto una molecola lipidica, cioè un grasso, che il nostro corpo produce da sempre e che per sempre ne avrà bisogno.

Perché?

Perché è grazie al colesterolo che possiamo disporre di alcuni ormoni, come quelli sessuali, perché il colesterolo contribuisce a formare la membrana esterna delle cellule, perché è coinvolto nella produzione della vitamina D, degli acidi biliari …

Quelli che hai appena letto sono solo alcuni dei motivi per cui è importante avere il colesterolo a un buon livello ma direi che sono più che sufficienti per capire che anche un colesterolo troppo basso non è buona cosa!

QUANTI TIPI DI COLESTEROLO ESISTONO

Ma quindi se il colesterolo è tanto buono perché viene così demonizzato? Il colesterolo all'interno dell’organismo può essere differenziato in due tipi in base alla sua origine: colesterolo endogeno e colesterolo esogeno.

Il colesterolo endogeno, quello buono, è quello che il corpo produce da solo (per mezzo del fegato) per svolgere tutte le funzioni di cui ha bisogno. C’è poi un altro tipo di colesterolo, il colesterolo esogeno che non deriva da una produzione spontanea del tuo corpo ma è una conseguenza della alimentazione.

La loro somma costituisce il cosiddetto Colesterolo Totale. È importante che questo valore non superi una soglia considerata ottimale. Ma ciò non è sufficiente per valutare lo stato di benessere cardio-vascolare di una persona.

Ora arriva un differenza importante: in base a condizioni genetiche e agli stili di vita della persona il Colesterolo Totale in circolo nel sangue può essere legato da molecole lipo-proteiche specifiche che ne variano di molto le proprietà e caratteristiche.

Se queste molecole sono prevalentemente di alta densità avremo una maggioranza di Colesterolo HDL, considerato “buono”, cioè ad azione positiva sul benessere del nostro cuore e dei vasi sanguigni. Infatti il colesterolo HDL è in grado di “ripulire” le pareti delle arterie da placche che si possono attaccare alla loro superficie interna (tra pochissimo capirai quali sono queste placche) e in generale vigila sulla salute del sistema cardio circolatorio.

Invece se predisposizione genetica, stress e stile di vita errato (fumo, alcool, alimentazione squilibrata, sedentarietà) prevalgono, allora ci sarà un eccesso di molecole leganti il Colesterolo a bassa densità e quindi avremo una maggioranza di Colesterolo LDL.

Il Colesterolo LDL è anche chiamato “cattivo” perché è quello che tende ad attaccarsi alle pareti delle arterie e, nel tempo, questi accumuli possono portare a delle occlusioni cioè formare blocchi all'interno dell’arteria tale per cui il sangue non riesce più a passare, con conseguenze molto gravi!

Quello che in molti pensano è che il colesterolo sia soprattutto di tipo esogeno, legato quindi all'alimentazione. In realtà l’80% del colesterolo circolante è di origine endogena e solo il 20% si forma a seguito di alimentazione e stile di vita.

Ecco spiegato perché ci sono tante persone che soffrono di colesterolo alto pur stando sempre a stecchetto.

COLESTEROLO ALTO: QUALI SONO I VALORI DI RIFERIMENTO

Capito che cos'è il colesterolo e che ne esistono di due tipi vediamo ora quali sono i valori di riferimento e quando è il caso di drizzare le orecchie e intervenire. In ciò il tuo medico ti potrà aiutare a capire meglio.

Il modo più veloce per conoscere il valore del colesterolo è attraverso le analisi del sangue. Si tratta di quell'esame che fai la mattina a digiuno nel quale l’infermiere o il medico preleva dei campioni di sangue che poi farà analizzare in laboratorio.

In genere i risultati arrivano dopo uno o due giorni e sono facilmente consultabili. Se infatti qualcosa non dovesse andare bene compare un asterisco vicino al valore alterato.

Per quanto riguarda il colesterolo i valori lipidici ottimali per la salute sono:

  • Colesterolo Totale: deve essere inferiore ai 200 mg/dl
  • Colesterolo HDL: deve essere superiore ai 50 mg/dl
  • Colesterolo LDL: deve essere sotto i 100-110 mg/dl

Se il colesterolo totale è sopra i 200 mg/dl si parla di ipercolesterolemia ma c’è anche un altro rapporto che devi considerare quando guardi le analisi: l’indice di rischio cardio-vascolare.

Indice di rischio cardio vascolare

L’indice di rischio cardiovascolare è semplicemente il rapporto tra Colesterolo totale e HDL.. Per andare subito al dunque, l’indice di rischio cardiovascolare deve essere inferiore a 5 per gli uomini e 4,5 per le donne.

In generale più il numero è basso e meglio è per il tuo benessere.

Questo vuol dire che se hai un colesterolo a 230, quindi sopra il limite, devi valutare anche il tuo indice di rischio cardiovascolare.

È un valore ulteriore che ti permette di avere una visione più specifica e completa della situazione.

COLESTEROLO ALTO CAUSE

Tra le cause più frequenti che aumentano il colesterolo, specialmente quello esogeno, abbiamo:

  • Alimentazione sbagliata
  • Vita sedentaria
  • Stress
  • Fumo
  • Consumo eccessivo di alcolici
  • Menopausa
  • Età

Per quanto riguarda il colesterolo endogeno alto la causa è da ricercare nei geni. Su questo colesterolo si può lavorare con successo con gli integratori naturali per il colesterolo!

Il problema principale conseguente a un colesterolo alto riguarda la salute del sistema circolatorio. La presenza di queste placche che si attaccano alle arterie può portare nel tempo all'occlusione delle stesse.

Il tutto si concretizza in possibilità di incorrere in infarti, ictus, malattie cardiovascolari…

Ecco perché è importante tenere sempre sotto controllo la situazione!

PARLIAMO DI TRIGLICERIDI ALTI E VALORI OTTIMALI

I trigliceridi, come il colesterolo, sono delle molecole di grasso formate da tre catene di grassi (ecco perché il prefisso –tri).

Anche loro negli ultimi tempi sono stati molto demonizzati ma è importante capire che anche i trigliceridi sono fondamentali per li tuo organismo perché costituiscono una preziosa riserva di energia.

Come sempre il troppo stroppia e anche in questo caso, se i trigliceridi superano un certo valore diventano pericolosi perché si possono depositare nelle pareti delle arterie e creare blocchi che impediscono al sangue di circolare liberamente.

TRIGLICERIDI ALTI: VALORI DI RIFERIMENTO

Come per il colesterolo, anche per i trigliceridi ci sono dei valori di riferimento. I trigliceridi devono essere sotto i 150mg/dl.

Se andiamo oltre questo valore si parla di ipertrigliceridemia.

Se invece il valore è sotto i 40mg/dl si tratta di ipotrigliceridemia.

L’esame analitico che ti permette di vedere questi valori si chiama trigliceridemia e deve essere svolto la mattina a stomaco vuoto.

RIMEDI NATURALI PER IL COLESTEROLO ALTO

L’alimentazione, si sa, è un aspetto importantissimo da considerare quando hai il colesterolo alto. In generale eliminare il cibo spazzatura, aumentare l’idratazione bevendo più acqua e fare un adeguato movimento fisico quotidiano sono ottimi approcci.

Ma quando il colesterolo è elevato possono essere necessari anche altri rimedi.

Molto di frequente quando il medico vede l’asterisco accanto al valore del colesterolo uno dei primi consigli che da è quello di assumere le statine sintetiche.

Le statine sono dei farmaci prodotti in laboratorio che inibiscono la produzione di colesterolo direttamente dal fegato.

Esse purtroppo spesso portano a effetti collaterali importanti come l’indolenzimento muscolare

Sia chiaro, le prescrizioni del medico non si discutono, tuttavia ci sono delle valide soluzioni naturali che puoi verificare insieme a lui perché sono in grado di svolgere una azione molto valida nei confronti degli squilibri a carico di colesterolo e trigliceridi.

In particolare il Riso rosso fermentato è riconosciuto essere attivo per il mantenimento dei corretti livelli di colesterolo nel sangue, da parte sia del Ministero della Salute italiano che dall’EFSA, l’Autorità Europea per la salute alimentare.

Il Riso rosso fermentato contiene infatti la Monacolina K, un principio attivo che alla concentrazione di 10 mg al giorno, riesce a ridurre il livello di colesterolo nel sangue

Inoltre gli effetti collaterali che può dare il Riso rosso fermentato sono molto inferiori rispetto a quelli delle statine.

LIPOSAN FORTE: IL MIGLIOR INTEGRATORE PER ABBASSARE IL COLESTEROLO ALTO

Il Riso Rosso Fermentato è ottimo per contrastare colesterolo e trigliceridi in eccesso ed è l’ingrediente principale di Liposan Forte il miglior integratore per abbassare il colesterolo.

Ma come dicono i più saggi l’unione fa la forza ed è per questo che accanto al Riso rosso fermentato, in Liposan Forte trovi anche Crespino, Cardio Mariano e Rosmarino. Una formulazione unica per contrastare il colesterolo e i trigliceridi in eccesso. E la scienza lo conferma!

Liposan Forte è stato sottoposto a uno studio clinico che ne ha dimostrato l’efficacia: -20% in soli tre mesi di trattamento; il tutto senza modificare alimentazione e stile di vita!

Inoltre grazie al Cardo Mariano e Rosmarino migliora l’attività del fegato e detossica il sangue, tutta a vantaggio sulla riduzione del rischio cardio vascolare.

Inoltre è uno dei pochissimi integratori per il colesterolo e trigliceridi a essere formulato con estratti secchi titolati. Impiegare in un integratore con estratti secchi titolati significa essere sicuri che sono sempre presenti e in quale quantità i principi attivi delle piante. “Dettaglio” importantissimo quando parliamo di un trattamento che deve essere fatto per qualche mese.

Dulcis in fundo, le capsule di Liposan Forte, di tipo vegetale, sono racchiuse in flaconi di vetro scuro di grado farmaceutico, l’unico materiale in grado di preservare sempre la qualità del prodotto. E poi impiegare il vetro e non plastica permette di dare un aiuto anche al nostro amato pianeta!

ALTRI INTEGRATORI PER COLESTEROLO E TRIGLICERIDI

Vuoi abbassare il colesterolo cattivo e dare una mano a quello buono?! Liposan Forte ti aiuterà anche in questo ma tu puoi aiutare lui affiancandogli questi integratori:

  • Omega 3 Krill Oil: gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali. Come dice il termine “essenziale” significa che il nostro corpo non è in grado di produrli da sé, o meglio non totalmente. I più comuni Omega 3 provengono dal pesce, ma quello che in pochi sanno è che tali oli sono poco assimilabili e hanno un retrogusto di pesce davvero fastidioso. Omega 3 Krill Oil Salugea è un integratore formulato a base di Krill, un piccolissimo crostaceo del mare dell’Antartico i cui Omega 3 sono fino a 4 volte più biodisponibili di quelli di pesce!
  • Succo di Acai: La bacca amica del cuore e della circolazione. Affiancarla a Liposan Forte assicura un aiuto alle tue arterie e capillari. Inoltre è ricco di antiossidanti per cui anche tutte le tue cellule ne avranno beneficio
  • Succo di Melograno: buono e … depurativo! Il melograno è ricchissimo di antiossidanti e la sua azione si esplica anche a livello del fegato aiutandolo a depurarsi.
  • Succo di Noni: agisce a livello della circolazione, in particolare sull'equilibrio dei grassi. Inoltre è un ottimo tonico ed energetico.