Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

L’ottimismo allunga la vita?

Sembra proprio di sì, almeno in base ad uno studio svolto in Scandinavia dalla Umeå University svedese e pubblicato su “Age and Ageing online”.

ottimismo

I ricercatori hanno seguito 646 persone di età media di 89 anni nel corso di 5 anni, conducendo delle interviste campione sul loro grado di benessere, soddisfazione, ottimismo e coinvolgimento sociale. Gli anziani partecipanti, in base al punteggio riportato nel questionario, sono state suddivise in 3 categorie: morale alto (302), morale moderato (203) e morale basso (141).

E’ risultato che la frazione con “morale alto” statisticamente si ammalava di meno e prendeva meno farmaci della altre 2 categorie; inoltre essi in media svolgevano una vita più attiva, più coinvolta socialmente, con una alimentazione migliore e con una minore incidenza di persone sole o ricoverate in case di riposo. Al termine dei 5 anni di osservazione è risultato che il 56% del gruppo con “morale alto” era ancora in vita, rispetto al 32% di quello con “umore basso” e al 39% di quello con ”umore moderato”.

Le risultanze di questo studio epidemiologico sono chiare: lo stato umorale della persona anziana può incidere significativamente sulla prospettiva di vita residua della persona, incidendo anche sulla qualità di essa.

Vivere l’ultimo scorcio di vita in maniera soddisfacente ed ottimistica, riuscendo a guardare ancora al “domani”, malgrado lo stato oggettivo di una vita che si incammina verso la sua naturale conclusione, può essere di notevole sostegno per migliorare sia i tempi di sopravvivenza che soprattutto la qualità globale di ogni giorno vissuto in più.

Per gli anziani può essere di notevole aiuto una alimentazione sana e leggera, con prevalenza di cibi vegetali, con pochi condimenti e calorie contenute, privilegiando i cibi a resa alcalina come legumi freschi, cerali integrali, pesce azzurro fresco, frutta fresca e verdure.

Fondamentale è anche mantenere un delicato ma costante esercizio fisico e mentale, che sostiene l’attività psico-motoria e quella neurologica.
Come integrazione alimentare possono essere utili estratti vegetali a funzione anti-ossidativa e rigenerante ed anche ad effetto rasserenante del sistema nervoso.

Ultimo aggiornamento il: 29/08/2019

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 29/08/2019

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Come rimettersi in forma dopo Natale Aperitivi con gli amici per scambiarsi gli auguri, cene aziendali prima delle ferie per gli ultimi s...
Come proteggere la pelle in inverno In inverno la pelle del tuo viso è più secca del solito? La sera per il freddo torni sempre a casa...
Perché la pelle invecchia? La risposta è nel DNA Perché la pelle invecchia? L’invecchiamento cutaneo è un processo fisiologico a cui andiamo incontr...
Pausa pranzo in ufficio: 4 idee su cosa mangiare! Quando si lavora tutti i giorni a tempo pieno, gestire la pausa pranzo non è facile. Il tempo a disp...
Capelli grassi: cause e rimedi naturali Un giorno sono belli, voluminosi e lucenti, e il giorno dopo sono piatti, sporchi e incollati sul vi...
Integratori naturali per l’autunno: quali scegliere? L’autunno con i suoi colori caldi e le temperature ancora miti è la stagione che dolcemente ci accom...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

Ebook Gratuito Salugea Guida alla Depurazione Salute e Bellezza

Non perderti il nostro Ebook gratuito:
Guida alla Depurazione Salute e Bellezza

Scaricalo GratisScarica l'Ebook gratuito:
Guida alla Depurazione Salute e Bellezza