Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Osteoporosi: valori di riferimento

Per scoprire se si soffre di osteoporosi, i valori di riferimento sono quelli della MOC.

osteoporosi valori

La Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC), detta anche densitometria ossea, è l’esame che consente di stabilire la diagnosi di osteoporosi. I valori della MOC che ci dicono se una persona soffre di osteoporosi, osteopenia o rischio di fratture sono quelli indicati dal T-score, valore che, non preoccuparti, approfondiremo tra poco.

Scopri DKE + Magnesio Salugea: l’integratore 100% naturale di Vitamina D, K, E e Magnesio

Osteoporosi: perché la diagnosi si fa sui valori della MOC

Come ti accennavo prima l’esame che misura la densità ossea è la MOC. Un esame che sicuramente non ti è nuovo. Ma cosa ci dice esattamente la MOC1 sullo stato delle ossa? E perché a oggi la MOC è l’unico esame che ci consente di arrivare a una diagnosi di osteoporosi? Semplice perché la MOC misura la densità ossea e l’osteoporosi è una malattia a carico delle ossa che causa la perdita della loro densità.

La MOC è l’unico esame che ci dice la quantità di sali minerali presente nella regione scheletrica in cui viene fatto l’esame. Entrando ancor di più nello specifico la MOC ci dice la quantità di sali di calcio presenti nell’osso analizzato.

Di solito la MOC viene effettuata nella zona lombare o in quella femorale. La scelta tra le due dipende dall’età del paziente. Se la persona ha un’età inferiore ai 65 anni sarà fatta nella zona lombare, se invece ha un’età maggiore di 65 anni, si preferisce la zona del femore.

Per arrivare a una diagnosi di osteoporosi i valori da considerare sono quelli del T-score.

Osteoporosi: i valori del T-score

La diagnosi di osteoporosi viene fatta dal medico sulla base dei valori di T-score. Ma cos’è il T-score? Il T-score è la differenza, espressa come deviazioni standard, tra il valore posseduto della persona che ha effettuato l’esame e il valore medio della popolazione sana, del suo stesso sesso ed etnia, presa come campione di riferimento.

Questo riferimento è stabilito rispetto alla concentrazione di fosfato di calcio presente mediamente alla età di 30 anni, considerata quella massima ed ottimale per un individuo. Dopo tale età inizia un fisiologico progressivo decadimento del contenuto di calcio nelle ossa.

Per sapere quali sono i valori di T-score di riferimento ci rifacciamo a quanto indicato dall’OMS2.

Per arrivare a parlare di osteoporosi, i valori di T-score devono essere inferiori a -2,5. Se i valori di T-score sono tra-1,0 e -2,5 si parlerà invece di osteopenia.  Mentre sei valori di T-score sono compresi tra +2,5 e -1,0 siamo di fronte a una densità ossea nella norma

Valori di T score e Z score: qual è la differenza

Anche se l’osteoporosi è una malattia tipica dell’avanzare dell’età, esistono anche forme di osteoporosi che non colpiscono solo le persone anziane, ma anche i ragazzi, le persone giovani e le donne in gravidanza. Una forma particolare di osteoporosi è l’osteoporosi giovanile che colpisce i bambini di età compresa tra gli 8 e i 13 anni.

In questi casi il valore della MOC che ci indica la possibile presenza di osteoporosi è quello di Z-score.

Lo Z-score, rispetto il T-score, indica di quant’è la differenza tra il valore in esame e quello di una popolazione sana, presa come campione di riferimento, della stessa età, etnia e sesso del paziente esaminato.

Lo Z-score è importante quando il medico deve fare una diagnosi di osteoporosi in soggetti giovani o nei bambini.

Ti faccio un esempio, mettiamo il caso di dover esaminare il rischio di osteoporosi in un bambino di 6 anni di razza caucasica.

Ora vien da sé che per capire o meno se il bambino soffre di osteoporosi, il rapporto non può essere fatto con i valori di riferimento di un uomo di 50 anni di razza asiatica, perché il risultato verrebbe sfalsato. 

Sarà invece opportuno, per arrivare a una corretta diagnosi, confrontare i suoi valori con quelli di un bambino simile a lui, per età, sesso e razza.

Se paragonassimo i valori della MOC di un bambino con quelli di un adulto, si avrebbe molto probabilmente una diagnosi di osteoporosi anche in presenza di valori perfettamente normali per la sua età.

I valori del calcio e della vitamina D

Se i valori della MOC ci dicono se una persona soffre o no di osteoporosi, esistono anche altri esami che ci raccontano qualcosa sulla salute delle ossa. Tra questi ci sono la calcemia e il dosaggio della vitamina D.

La calcemia

Il calcio è un minerale prezioso per la struttura ossea ed è importante che i suoi livelli nel sangue siano sempre stabili. Per mantenerlo costante l’organismo ne elimina le quantità in eccesso attraverso le urine.

Il calcio, oltre che per la struttura ossea, è importante anche per la contrazione muscolare, soprattutto quella cardiaca.

Per scoprire i livelli di calcio nel sangue è sufficiente una normale analisi del sangue chiamata calcemia.

Valori bassi di calcio nel sangue possono dipendere da:

  • inadeguato apporto alimentare
  • cattivo assorbimento intestinale di calcio o di vitamina D

Il dosaggio della vitamina D

Un’altra analisi molto importante per le ossa è il dosaggio della vitamina D. Il suo nome ufficiale è 25-idrossi-vitamina D, che dosa la forma attiva della vitamina.

La vitamina D è fondamentale per un corretto assorbimento del calcio a livello intestinale, assorbimento da cui dipende l’intero processo di mineralizzazione ossea. Una carenza di vitamina D nei bambini può portare al rachitismo, mentre negli adulti all’osteomalacia.

Al contrario di ciò che si può pensare, sviluppare una carenza di vitamina D non è poi così difficile, anzi … pensa che si stima che a soffrirne è gran parte della popolazione mondiale.

Scopri DKE + Magnesio Salugea: l’integratore 100% naturale di Vitamina D, K, E e Magnesio

La causa va ricercata sia in uno scarso apporto alimentare di vitamina D, che in un’insufficiente esposizione ai raggi solari. Le persone più colpite sono i ragazzi e gli anziani.

Oggi è possibile controllare i propri livelli di vitamina D con una semplice analisi del sangue.

Se i valori dovessero  risultare inferiori rispetto a quelli di riferimento indicati dal laboratorio, sarà possibile valutare con il proprio medico curante la possibilità di un’integrazione specifica di vitamina D.

Spero di averti dato qualche indicazione utile sui valori che consentono al medico di diagnosticare l’osteoporosi, ma prima di lasciarti voglio raccomandati una cosa. Nonostante la medicina faccia passi da gigante ogni giorno, ancora oggi la miglior arma contro l’osteoporosi è la prevenzione.

Uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata ricca di calcio e di vitamina D, eliminare fumo e alcool, l’attività fisica costante, specie all’aria aperta e fare con regolarità le specifiche analisi di laboratorio, sono il mezzo migliore per conservare ossa forti e robuste per tutta la vita.

Integratore Vitamine D3, K2, E e Magnesio

Ultimo aggiornamento il: 06/09/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

BIBLIOGRAFIA

1 Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Di Trieste. Ruolo della diagnostica di laboratorio nel paziente con osteoporosi (PDF) Manuela Caizzi, Giorgio Paladini.

2 MINISTERO DELLA SALUTE Individuazione dei criteri di Accesso alla Densitometria Ossea.

Osteoportal – Il portale sull’osteoporosi. Cosa sono il T-score e lo Z-score della MOC.

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

Vitamina D: cosa fa?! Tutti parlano di vitamina D, specialmente d’estate, ma esattamente la vitamina D cosa fa nel nostro ...
Vitamina D dove si trova quella naturale La vitamina D fa parte delle vitamine cosiddette liposolubili, vitamine contenute nei grassi e assoc...
Osteoporosi: tutte le cause e come prevenirla L’osteoporosi è una malattia delle ossa e in questo articolo ne scopriamo le cause e come prevenirla...
Osteoporosi in menopausa: sintomi e rimedi Intorno ai 50 anni per le donne inizia una fase molto particolare: la menopausa. La menopausa è un m...
Vitamina E: ecco in quali alimenti la trovi In questo articolo scoprima in quali alimenti trovi più Vitamina E. Lo sapevi che la vitamina E è...
Osteoporosi: alimentazione consigliata In questo articolo ti parliamo dell'alimentazione consigliata in caso di osteoporosi, per mantere le...

Un regalo per te!

Utilizza questo codice nel nostro shop di prodotti naturali e ricevi il 10% di sconto sul tuo ordine.

BLOG05

Il codice sconto deve essere inserito nel campo "Coupon Sconto" durante la creazione dell'ordine.