Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Noci e colesterolo: le 3 regole

Le noci sono un alimento ricco di numerose sostanze nutritive: è cosa ormai nota. Sono un’ottima fonte di antiossidanti, vitamine, manganese, rame, fosforo, magnesio, grassi mono-insaturi. Contengono acidi grassi omega-3, acido alfa-linolenico, proteine e fibre. Ma riguardo al rapporto noci e colesterolo?

Chi soffre di squilibri dei grassi nel sangue si chiede infatti spesso cosa mangiare in caso di colesterolo alto.

Quello che forse non tutti sanno è che le noci sono prive di colesterolo, e non solo: questo fantastico frutto rientra a pieno titolo fra gli alimenti inseriti nei regimi alimentari per il controllo del colesterolo alto!

A riguardo, è stato dimostrato come un consumo di 40-60 g di noci al giorno (inserito chiaramente in una dieta bilanciata) contribuisca a produrre mediamente un calo dei livelli di colesterolo LDL (cattivo), mantenendo invariati i livelli di HDL (colesterolo buono)1.

→ Clicca qui per scaricare gratuitamente il Manuale del Colesterolo, un e-book dedicato ai rimedi naturali contro il colesterolo alto.

Vuoi sapere entro quali range dovrebbero trovarsi i tuoi valori di colesterolo HDL ed LDL? In questo articolo puoi trovare la tabella dei valori ottimali del colesterolo.

Proprietà delle noci e azione sul colesterolo alto

A livello nutrizionale, le noci hanno un elevato contenuto di grassi insaturi, polifenoli, e grassi polinsaturi. In vari studi è stato dimostrato come la sinergia fra i polinsaturi è utile nel ridurre i livelli di colesterolo LDL (quello “cattivo”) senza incidere sull’HDL (il colesterolo “buono”), o in alcuni casi addirittura aumentandolo: effetto supportato dal buon contenuto in acidi grassi monoinsaturi, in particolare dell’acido oleico.

Un altro nutriente molto prezioso contenuto nelle noci è l’arginina, precursore di un potente vasodilatatore (ossido nitrico) che contribuisce al mantenimento della salute e dell’elasticità delle arterie, prevenendo inoltre la formazione di coaguli.

Questi effetti sul colesterolo e sui vasi sanguigni potrebbe essere il meccanismo segreto delle proprietà protettive delle noci sul sistema cardio-circolatorio. Hai capito bene: oltre a poter essere assunte in caso di colesterolo alto, le noci contribuiscono a proteggere il tuo cuore e le tue arterie! Attenzione però a non esagerare con le quantità 🙂

Consigli per il consumo delle noci: le tre regole d’oro

L’inserimento delle noci nella nostra dieta può essere ottimizzato seguendo tre semplici accorgimenti che riguardano:

  • qualità delle noci
  • quantità di noci assunte giornalmente
  • giusti abbinamenti delle noci con altri alimenti

Qualità delle noci

Parliamo della scelta: come riconoscere un buon prodotto? Le noci con il guscio devono risultare pesanti rispetto alle dimensioni e non apparire gommose o raggrinzite. Quelle senza guscio non devono essere rotte, forate o macchiate. Essendo parecchio deperibili è bene evitare quelle che odorano di vernice: potrebbero essere rancide o ossidate.

Quantità delle noci

Quanto alle dosi, i pareri sono discordanti: chi dice massimo 3 al giorno, chi arriva tranquillamente a 7. L’importante è mangiarle senza pane!

Da studi recenti2 legati all’ipercolesterolemia (eccesso di colesterolo nel sangue), è stato stabilito che una dose giornaliera di 40-80 g di noci si riflette in un calo dei livelli di colesterolo LDL di circa 10 mg/dL, mantenendo invariati i livelli di HDL.

Come abbinare le noci ad altri alimenti

A causa dell’elevato potere calorico, qualora si decidesse di aumentare il consumo di noci per abbassare i livelli di colesterolo, è importante consumare questo alimento in sostituzione (e non in aggiunta) di altri alimenti, usandolo ad esempio come spuntino, evitando di assumere simultaneamente altri cibi grassi o molto calorici. Le noci sono ricchi di acidi grassi essenziali e possono essere consumate alternandole a semi di girasole e zucca.

Guida ai valori ottimali di colesterolo

Ultimo aggiornamento il: 10/06/2019

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Cardo Mariano: a cosa serve? Gli antichi Greci lo utilizzavano per trattare i disturbi del fegato, Plinio il Vecchio nella sua “N...
Fumo e Colesterolo: perché il fumo aumenta il rischio cardiovascolare Hai fatto un prelievo di sangue e i valori del colesterolo erano alti? Il colesterolo LDL era superi...
Uova e colesterolo: quante se ne possono mangiare? L’uovo è un alimento economico, gustoso, facile da preparare e ricco di nutrienti utili per il nostr...
EPA e DHA: cosa sono e a cosa servono EPA e DHA sono i più importanti acidi grassi della famiglia degli Omega 3 e svolgono nel nostro orga...
Trigliceridi alti: quando preoccuparsi Eccola lì posata sul tavolino della cucina: è la busta bianca del laboratorio dove hai eseguito le u...
Alternative alle statine: quali sono e come assumerle Se vuoi scoprire di più sui farmaci più utilizzati per contrastare l'eccesso di colesterolo nel sang...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

FONTI SCIENTIFICHE

1 The Journal of Nutrition, Volume 144, Issue 4, 1 April 2014, Pages 547S–554S. Walnuts Decrease Risk of Cardiovascular Disease: A Summary of Efficacy and Biologic Mechanisms. Penny M. Kris-Etherton.

2 Metabolism. 2014 Mar;63(3):382-91. doi: 10.1016/j.metabol.2013.11.005. Epub 2013 Nov 12. Walnut-enriched diet reduces fasting non-HDL-cholesterol and apolipoprotein B in healthy Caucasian subjects: a randomized controlled cross-over clinical trial. Wu L, Piotrowski K, Rau T, Waldmann E, Broedl UC, Demmelmair H, Koletzko B, Stark RG, Nagel JM, Mantzoros CS, Parhofer KG.

Eur J Nutr. 2015 Apr;54(3):483-7. doi: 10.1007/s00394-014-0808-7. Epub 2014 Nov 30. Effects of regular consumption of different forms of almonds and hazelnuts on acceptance and blood lipids. Tey SL, Delahunty C, Gray A, Chisholm A, Brown RC.

eBook Gratuito
Manuale del Colesterolo

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail?

  • Il Colesterolo buono e cattivo
  • Le tecniche più efficaci per ridurre il colesterolo in eccesso
  • Quali alimenti portare in tavola
  • Quali sono le piante e i rimedi naturali consigliati
  • Qual’è la combinazione di estratti vegetali in grado di ridurlo del 20% circa in soli 3 mesi!
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuole ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Fatto!
Controlla subito la tua casella di posta!