Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Cardo Mariano per il fegato: è davvero efficace?

Cardo mariano: rimedio d’eccellenza per il fegato! Pianta conosciuta da secoli in molte tradizioni popolari e da sempre riconosciuta come l’erba che allevia i disturbi del fegato.

Qual è l’azione del cardo mariano? È davvero efficace per il fegato? Sappiamo che il fegato è connesso alla cistifellea, la piccola sacca che conserva la bile prodotta, che viene rilasciata al bisogno. La sua funzione è strettamente connessa al lavoro del fegato e insieme formano l’organo epatico.

Gli studi scientifici sul cardo mariano

Il cardo mariano è una pianta medicinale riconosciuta sia dalla medicina ufficiale che dalla fitoterapia come benefica per il fegato. In epoca rinascimentale si ritenevano i frutti del cardo mariano come un rimedio efficace per la tristezza e la malinconia, sentimenti che venivano associati ad un mal funzionamento dell’organo epatico.

Oggi la medicina ufficiale riconosce il cardo mariano come uno dei rimedi che possono preservare le funzioni del fegato, in particolare per la sua potente azione di protezione delle cellule epatiche dalle intossicazioni, dalle degenerazioni e dagli avvelenamenti. È dimostrato che il cardo mariano rafforza le membrane che compongono le cellule epatiche e diminuisce i livelli di colesterolo LDL, ovvero il colesterolo definito cattivo. Il cardo mariano risulta essere un rimedio efficacissimo per abbassare il colesterolo senza l’utilizzo di farmaci: in questo articolo ti spieghiamo come fare.

Il dipartimento di gastroenterologia ed epatologia dell’università di Vienna ha condotto uno studio scientifico sul cardo mariano: hanno somministrato una dose quotidiana di estratto di Cardo mariano a pazienti affetti da virus di epatite C con ottimi risultati. Un altro studio italiano ha mostrato l’efficacia del cardo mariano sul fegato su persone affette da infezione cronica di epatite C. Il risultato? Hanno ottenuto un effetto antinfiammatorio, antiossidante ed epatoprotettivo in grado di facilitare l’espulsione delle tossine dal fegato e rallentare il danno all’organo epatico.

Se il cardo mariano è una pianta riconosciuta scientificamente come rimedio naturale per curare il fegato, perché non viene utilizzata e consigliata a più persone? Le risposte sono diverse ma in linea generale possiamo affermare che la conoscenza dei rimedi naturali in Italia non è ancora così diffusa. Sarebbe infatti opportuno ed auspicabile uno sviluppo culturale maggiormente diffuso di conoscenze che può condurre ad utilizzare con tranquillità ed efficacia un rimedio naturale come il cardo mariano, che non ha controindicazioni e potrebbe essere un valido sostegno per molte disfunzioni a carico del fegato.

Gli effetti benefici del cardio mariano

Quando è utile assumere cardio mariano? E quali sono i suoi effetti? Un gran numero di recenti studi hanno attribuito il merito dell’efficacia del cardo mariano mariano per la normalizzazione dei valori di riferimento del colesterolo e della funzionalità del fegato alla silimarina, un insieme di sostanze specifiche contenute nei frutti della pianta.

Assumere cardo mariano è utile quando siamo dinnanzi ad un qualsiasi disturbo che coinvolge l’organo epatico nella sua totalità.

Indicato anche quando si assumono molti farmaci perché sostiene il lavoro del fegato che riesce ad eliminare più facilmente le tossine che in esso si accumulano. Il cardo mariano è consigliato ancor meglio in via preventiva, quando ancora non c’è un disturbo conclamato al fegato.

Guida ai valori ottimali di Colesterolo

FONTI

Treatment with silybin-vitamin E-phospholipid complex in patients with hepatitis C infection
JOURNAL OF MEDICAL VIROLOGY
Volume 80, Issue 11, November 2008, Pages: 1900–1906, Katia Falasca, Claudio Ucciferri, Paola Mancino, Ester Vitacolonna, Domenico De Tullio, Eligio Pizzigallo, Pio Conti and Jacopo Vecchiet

 

Ultimo aggiornamento il: 10/06/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

Uova e colesterolo: quante se ne possono mangiare? L’uovo è un alimento economico, gustoso, facile da preparare e ricco di nutrienti utili per il nostr...
EPA e DHA: cosa sono e a cosa servono EPA e DHA sono i più importanti acidi grassi della famiglia degli Omega 3 e svolgono nel nostro orga...
Trigliceridi alti: quando preoccuparsi Eccola lì posata sul tavolino della cucina: è la busta bianca del laboratorio dove hai eseguito le u...
Alternative alle statine: quali sono e come assumerle Se vuoi scoprire di più sui farmaci più utilizzati per contrastare l'eccesso di colesterolo nel sang...
Caffè e colesterolo: qual è il vero rapporto tra i due? Il caffè è una delle bevande più amate al mondo. In particolar modo dagli italiani che ne consumano ...
Liposan forte: funziona? Indagine Statistica Utilizzatori Liposan Forte Come forse già sai, Liposan Forte è l’integratore 10...
eBook Gratuito
Manuale del Colesterolo

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail?

  • Il Colesterolo buono e cattivo
  • Le tecniche più efficaci per ridurre il colesterolo in eccesso
  • Quali alimenti portare in tavola
  • Quali sono le piante e i rimedi naturali consigliati
  • Qual’è la combinazione di estratti vegetali in grado di ridurlo del 20% circa in soli 3 mesi!
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuole ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Fatto!
Controlla subito la tua casella di posta!