Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Semi di pompelmo per la cistite: funzionano?

Hai mai sentito parlare di Jacob Harich? Forse il suo nome non ti dice molto, eppure siamo convinti che se accanto al suo nome scriviamo cinque semplici parole come “semi di pompelmo per cistite” si iniziano ad accendere tante lampadine nella tua testa e le orecchie (e gli occhi) si drizzano come un soldato quando alla parola “Attenti”!

Bene ora che abbiamo chiamato a raccolta tutti i sensi andiamo dritti al punto e cerchiamo di capire insieme se, come, quando e perché i semi di pompelmo sono utili per contrastare i fastidi della cistite 

Semi di Pompelmo per la cistite: dalla storia alla pratica

Rimaniamo ancora qualche secondo con il nostro amico Jacob per raccontarti il modo in cui ha scoperto i semi di pompelmo. Fidati, è una storia che ti piacerà!

Siamo intorno agli anni ’80 e il Dott. Harich, un appassionato ricercatore di rimedi naturali, che aveva come hobby il giardinaggio, stava preparando un composto da usare come fertilizzante per il suo giardino. Tra i materiali utilizzati c’erano anche i semi di pompelmo e qui il ricercatore si accorse di una cosa molto particolare: tra tutti i componenti utilizzati per creare il fertilizzante, i semi di pompelmo erano gli unici a non decomporsi!

Inutile dire che il Dottor Harich iniziò a osservare con più interesse i semi di questo frutto fino a quel punto così sottovalutato e iniziò a verificare che i semi di pompelmo riuscivano a inibire la crescita di batteri e funghi!

A quel punto l’ipotesi era già teoria ma ci volevano altri studi e approfondimenti e fu così che Jacob coinvolse altri due ricercatori: il Dr. Steven Otwell e il Dr. Wayne Marshall, due studiosi della Florida che dopo qualche titubanza iniziale confermarono a gran voce la teoria di Harich.

Da lì ai giorni nostri il salto è presto fatto e dai primi anni ’90 ad oggi le ricerche hanno sempre più confermato l’efficacia dei semi di pompelmo per la cistite in quanto agiscono in particolare sull’E.coli, il batterio più comunemente responsabile della fastidiosissima infiammazione!

Te l’avevamo detto che era una storia che valeva la pena sentire! 🙂

Semi di pompelmo per la cistite: datemi una G, datemi una S, datemi una E!

Quando parliamo dei semi di pompelmo, intendiamo più precisamente l’estratto dei semi di questo prezioso agrume, definito anche GSE, acronimo delle parole Grapefruit Seed Extract, termine inglese per indicare i semi di pompelmo in estratto.

All’interno dei GSE si racchiude un tesoro davvero prezioso: bioflavonoidi, naringina, quercetina, esperidina, apigenina, oltre a vitamina C e Sali minerali, che tutti insieme formano i fantastici 7, una squadra invincibile per agire contro batteri e virus; anche se per adesso i nomi che terminano in -ina possono dirti poco tienili bene a mente e vedrai che tra qualche secondo entrerai in confidenza con ognuno di questi preziosi alleati.

Ora che abbiamo capito chi sono gli alleati cerchiamo di capire meglio chi c’è dalla controparte, in questo caso la cistite.

La cistite è un’infiammazione delle vie urinarie la cui causa sono in genere dei batteri che potremmo definire migratori, cioè che dall’intestino, attraverso l’ano, raggiungono le vie urinarie. Una volta arrivati in questa nuova casa, i batteri iniziano a colonizzare le vie urinarie, infiammandole, e a proliferare.

È a questo punto che si iniziano a sentire i primi fastidi tipici della cistite come bruciore, bisogno impellente di fare la pipì, nausea e a volte anche febbre.

Cosa fare ora? Il primo passo è quello di agire subito. Se la situazione lo permette (senti sempre il tuo medico al proposito) ti consigliamo di evitare l’uso degli antibiotici che a lungo andare danno il via a un circolo vizioso, un meccanismo definito “antibiotico-resistenza” per cui bisogna usare antibiotici sempre più potenti per contrastare l’infiammazione.

Ecco che allora Madre Natura ci propone la sua soluzione e qui tornano in scena i semi di pompelmo.

Sanuril Salugea Integratore per cistite

Semi pompelmo per la cistite: un macrocosmo nel microcosmo!

Vediamo più nel dettaglio cinque dei sette amici che abbiamo accennato prima, ti ricordi i loro nomi vero?! 😀

  • bioflavonoidi: sostanze presenti in tantissimi alimenti vegetali, sono importantissimi per rafforzare i vasi sanguigni e regolarne la permeabilità e per l’alto contenuto di antiossidanti che riescono ad apportare.
  • naringina: è la responsabile del gusto amaro del pompelmo; fa sempre parte della famiglia dei bioflavonoidi e tra le sue proprietà quella che spicca di più è la capacità di rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e depurare l’organismo.
  • quercetina: antiossidanti a volontà in questa piccola sostanza che tra altre proprietà ha quella di essere un potentissimo antinfiammatorio e quindi molto utile quando parliamo di cistite o in generale infiammazioni alle vie urinarie
  • esperidina: è un flavonoide che si trova nel pompelmo come in tanti altri agrumi. La sua più importante peculiarità è quella di andare a rafforzare il sistema immunitario e, come è facile intuire, lavora molto bene con la vitamina C anche quella presente nei semi di pompelmo.
  • apigenina: come le altre sorelle che terminano in “ina” anche questa sostanza fa parte dei bioflavonoidi presenti nei semi di pompelmo. Ricca anch’essa di antiossidanti è particolarmente efficace nel migliorare la circolazione sanguigna e alcuni studi ne hanno mostrato l’importanza per proteggere la pelle dai raggi UV, responsabili, tra l’altro, dell’invecchiamento precoce della pelle! (Inhibition of mammalian collagenase, MMP-1, by naturally occuring flavonoids. Lim H. and Kim H.P. Planta Med. 73(12):1267-1274. 2007).

Semi di pompelmo per la cistite: ecco cosa dicono gli studi

Anche se siamo ancora agli inizi degli studi sui semi di pompelmo (poco più di 30 anni sono veramente pochi per la scienza) ci sono risultati davvero promettenti.

Uno studio pubblicato sul J Altern Complement Med tenuto da Heggers JP e colleghi, ha mostrato che gli estratti di semi di pompelmo, presi in determinati dosaggi possono essere utili contro più di 800 ceppi batterici e virali, 100 ceppi di funghi e un gran numero di parassiti singoli e multicellulari. I risultati del test indicano che ad una opportuna diluizione, il GSE riesce a distruggere la membrana dei batteri e di conseguenza inibirne l’attività e così migliorare la condizione delle persone.

In un altro studio, questa volta pubblicato sulla rivista Acta Pharma nel 2004, si è ristretto il campo di osservazione, evidenziando che la presenza dei flavanoni naringina ed esperidina è efficace contro 20 diversi ceppi batterici e 10 di lieviti.

Semi di pompelmo per la cistite: come aumentarne l’effetto

Le ricerche sono senz’altro promettenti e pensa quante altri effetti si scopriranno negli anni! Meglio restare con le orecchie ben aperte 🙂 (Tranquillo,noi saremo sempre pronti a informarti sulle ultime novità).

Detto questo, sai che c’è un modo per aumentare ancora di più l’efficacia del semi di pompelmo per la cistite?!

Basta associare ai semi di pompelmo Uva Ursina, Cranberry e D-Mannosio.

  • Uva ursina: piccole bacche rossa adorate dagli orsi, l’uva ursina è molto indicata in caso di cistite in quanto grazie al principio attivo di arbutina è in grado di calmare lo stimolo della minzione;
  • Cranberry: il mirtillo rosso americano che proprio come un super eroe riesce a salvare ogni donzella (e anche gli ometti) che si trovano a fare i conti con la cistite. Il suo potere principale è quello di riuscire a impedire ai batteri di attaccarsi alle pareti della vescica.
  • D-Mannosio: la spalla destra del cranberry, in quanto ne completa il lavoro, attirando a sé i batteri responsabili della cistite e veicolandoli fuori tramite la pipì!

 Hai visto che super azione per combattere la cistite? Ti lasciamo con un’altra splendida notizia: puoi trovare tutti questi rimedi già uniti in un unico integratore! E non un integratore qualunque, stiamo parlando di Sanuril Formula Potenziata, un integratore formulato con le piante che ti abbiamo detto prima nella forma dell’estratto secco titolato! È proprio il caso di dirlo “Bye bye cistite!

  Sanuril Salugea Integratore per cistite

Ultimo aggiornamento il: 10/06/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

FONTI

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

Infezione delle vie urinarie cosa fare e come riconoscerla Le infezioni delle vie urinarie, conosciute anche con la sigla UTI 1, sono dei disturbi che colpisco...
Lavande per cistite: perché sarebbe meglio non farle Se sei donna è molto probabile che tu abbia già avuto a che fare con uno dei disturbi più odiati dal...
Cistite nell’Uomo: cause, consigli e rimedi naturali Ebbene sì, anche l’uomo può soffrire di cistite, e in alcuni casi in maniera anche frequente. Nonost...
Cistite in gravidanza: cosa fare contro le infezioni del tratto urinario Uno dei disturbi più diffuso nell'universo femminile è la cistite. Un’infezione che colpisce la vesc...
Perché la cistite viene in estate? Sembra che lo faccia apposta. Aspettiamo tutto l'anno l'arrivo della bella stagione. Prepariamo le n...
Cos’è il D-Mannosio Il D-mannosio è uno zucchero semplice che può essere impiegato come integratore. Ma non preoccuparti...
eBook Gratuito
I Migliori Rimedi Naturali contro la Cistite

Vuoi riceverla gratuitamente? Scoprirai:

  • Cos’è la Cistite, sintomi e cause
  • I fattori che la favoriscono
  • Cosa mangiare e cosa evitare
  • Buone pratiche contro la cistite
  • I rimedi naturali che funzionano
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuoi ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Controlla subito la tua casella di posta!
Fatto!