Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ritenzione idrica o cellulite: ecco le differenze

Ritenzione idrica e cellulite non sono la stessa cosa. Sono collegate, questo sì, e la ritenzione idrica può trasformarsi in cellulite, soprattutto se la trascuri pensando che sparisca da sola. Non succede. Purtroppo!

Molte donne – quasi tutte a dire il vero – confondono la ritenzione idrica con la cellulite. Facciamo chiarezza: se la tua pelle non è liscia come quella delle modelle che vedi sulle riviste non è detto che tu abbia la cellulite. Spesso è solo ritenzione idrica.

E, anche se fosse cellulite, non devi preoccuparti, perché è fisiologica nelle donne, anche in quelle da copertina che, però, hanno dalla loro parte un rimedio immediato contro la pelle a buccia d’arancia: il fotoritocco. 😉

Torniamo seri: come capire se la tua è ritenzione idrica o cellulite? Cosa fare nei due casi? Te lo spieghiamo in questo articolo. Qui stto puoi anche scaricare una guida PDF gratuita:

Clicca qui per scaricare l’eBook gratuito: Cellulite e Rimedi Naturali »

Cos’è la ritenzione idrica?

La ritenzione idrica non è solo la tendenza del corpo a trattenere i liquidi in eccesso. Più di preciso, possiamo definirla come la tendenza delle cellule a trattenere liquidi, tossine e sali.

Sì, quando si parla di ritenzione idrica e cellulite è tutto un po’ più complicato di quello che dice la pubblicità in tv. Per questo abbiamo deciso di scrivere il post che stai leggendo, per spiegarti in modo semplice e completo cosa succede alla tua pelle quando compaiono quei bozzetti che la fanno somigliare a un divano Chesterfield.

Per prima cosa devi sapere che la pelle è composta da due strati:

  • il derma, lo strato più profondo;
  • l’epidermide, lo strato superficiale.

Il derma, a sua volta, è composto da cellule fibroblastiche che producono sia la matrice cellulare sia il collagene, sostanza che mantiene elastici i tessuti. Nel derma ci sono, inoltre, capillari arteriosi, venosi, linfatici e cellule adipose (o adipociti). Queste ultime sono composte principalmente di lipidi e acqua, e formano il pannicolo adiposo, la nostra riserva di energia.

Il derma nutre e sostiene l’epidermide, la parte più superficiale della pelle, formata da diversi strati cellulari che muoiono e si rigenerano di continuo proprio grazie al derma.

Perché ti abbiamo dato tutte queste informazioni? Perché sono legate ai processi che provocano la ritenzione idrica prima e la cellulite poi. Devi sapere che le cellule del derma sono immerse nei liquidi, chiamati liquidi interstiziali. Immagina una piscina in cui galleggiano tanti palloncini pieni di acqua:

  • l’acqua della piscina è il liquido interstiziale;
  • i palloncini sono le cellule;
  • l’acqua al loro interno è il contenuto della cellula (lipidi, sali, collagene, etc.).

Quando le cellule (i palloncini) non riescono a liberarsi degli scarti che producono – ad esempio tossine, sali e acidi urici –, la concentrazione di questi ultimi aumenta. Questo ristagno di tossine porta a un aumento di liquidi interstiziali (l’acqua della piscina) tra una cellula e l’altra. E così si forma la ritenzione idrica, che si manifesta con quel gonfiore cutaneo che in termini medici prende il nome di edema.

A differenza della cellulite, la ritenzione idrica non è un problema solo femminile: anche gli uomini possono soffrirne.

Una buona notizia c’è: la ritenzione idrica può essere eliminata con trattamenti drenanti che aiutano il corpo e liberarsi di liquidi e tossine. Puoi cominciare con la buona abitudine di bere tisane alla centella asiatica, alla betulla o alla pilosella, erbe che aiutano il tuo corpo ad allontananre i liquidi in eccesso.

Le tisane sono sempre più blande rispetto agli estratti secchi. Se non sono sufficienti, ti consigliamo di assumere un integratore a base di estratti secchi titolati di Pilosella, Betulla, Frassino, Ortosiphon e Ibisco, come Diuresan Salugea: queste piante depurano l’organismo in profondità ed agiscono efficacemente contro la ritenzione idrica.

Cos’è la cellulite?

La cellulite è una vera e propria infiammazione dei tessuti sottocutanei che si estende anche alla rete capillare sanguigna e linfatica. A differenza della ritenzione idrica, la cellulite non corrisponde solo all’accumulo di liquidi interstiziali, ma anche all’aumento di volume del tessuto adiposo.

Perché succede questo? Torniamo alla nostra piscina piena di palloncini. Quando le cellule (i palloncini) non riescono a liberarsi degli scarti che producono, ad esempio cataboliti e sali, la loro concentrazione di tossine aumenta e la membrana cellulare diventa porosa. Così il liquido interstiziale (l’acqua della piscina) entra nelle cellule per cercare di diluire la concentrazione di tossine. In questo modo, le cellule si gonfiano e, occupando più spazio, “schiacciano” il microcircolo sanguigno e linfatico che non riesce più a drenare i liquidi e gli scarti cellulari.

Questo processo – che prende il nome di pressione osmotica – porta alla formazione di nodi cellulitici, ossia di quei bozzetti che non ti piacciono. Ecco perché per sconfiggere la cellulite non basta semplicemente bere molta acqua e stimolare la diuresi, come spesso di sente dire.

Per sconfiggere davvero la cellulite bisogna evitare che le cellule vadano incontro a una vera e propria intossinazione che porta all’infiammazione dei tessuti. Come? Sì, devi fare attenzione all’alimentazione, fare sport e bere acqua ma lontano dai pasti: segui un programma anticellulite specifico per contrastare questo inestetismo. Gli estratti vegetali sono fondamentali per stimolare il drenaggio e supportare il sistema linfatico. In questo modo le cellule sono libere dalle tossine e in grado di produrre collagene. E la tua pelle torna liscia e, soprattutto, sana!

Come capire se la tua è ritenzione idrica o cellulite?

Queste semplici indicazioni ti aiuteranno a capire se soffri di ritenzione idrica o se hai la cellulite. La ritenzione idrica è un gonfiore che si manifesta in modo particolare su:

  • addome;
  • fianchi;
  • caviglie;
  • busto;
  • braccia;
  • viso.

Se soffri di ritenzione idrica, quando premi con le dita la parte interessata si forma un piccolo alone bianco che di solito scompare dopo pochi secondi. La cellulite si manifesta perlopiù su cosce e glutei. Può essere di diversi tipi e le parti del corpo in cui la cellulite è presente:

  • sono fredde al tatto;
  • hanno la pelle di un colorito spento.

Inoltre, se premi i tessuti con le dita, l’alone bianco impiega un po’ di tempo a scomparire (parliamo comunque di secondi). Ma la domanda che di certo ti stai ponendo è: come faccio a combattere la cellulite e liberarmi della pelle a buccia d’arancia?

Il primo passo per sconfiggere questo inestetismo è non farsi prendere dallo sconforto; il secondo è scaricare la nostra guida in cui trovi tanti rimedi naturali contro la cellulite; il terzo è non farsi vincere dalla pigrizia e metterli in pratica, seguendo un programma anticellulite. ☺ Buona lettura!

programma anticellulite 3 mesi

Ultimo aggiornamento il: 25/07/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

Scritto da:

Dott.ssa Federica De Santi
Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 25/07/2019

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Facciamo due chiacchere?

  • Avatar

    anna

    |

    io non so più se è ritenzione oppure cellulite , sulle cosce dall’inguine al ginocchio sembra rilassamento cutaneo ,ho provato anche RILASTIL ma senza traguardi …forse è ritenzione idrica !!!!!

    Rispondi a anna

  • Avatar

    Elena de Pascalis

    |

    Ciao Anna, come ti abbiamo scritto anche in privato, le creme possono aiutare, ma è importante agire dall’interno con estratti vegetali ad alta titolazione. Ti invito a provare il Programma Anticellulite Salugea!

    Rispondi a Elena de Pascalis

Lascia un commento

Gambe gonfie e pesanti: rimedi naturali 5 rimedi naturali per eliminare la pesantezza alle gambeGambe gonfie e pesanti? Dopo una giornata di...
Vite rossa: proprietà e benefici La Vite rossa, il cui nome botanico è Vitis vinifera, è una pianta appartenente alla famiglia delle ...
Vite rossa capsule: l’alleato della tua circolazione sanguigna La sera quando torni a casa senti sempre le gambe stanche e pesanti? I capillari sulle tue cosce son...
Maschera con argilla verde fai da te: come farla e applicarla bene L’adolescenza è passata da un pezzo ma le imperfezioni sul viso ancora no? A fine giornata la tua pe...
Gynostemma: proprietà, utilizzi e controindicazioni Sulla cima del monte Fanjing, nel sud ovest della Cina, in una zona protetta dall’UNESCO, cresce rig...
Prova costume 2019: rimedi naturali che funzionano Non esiste donna al mondo che con l’avvicinarsi dell’estate, in procinto della prova costume, non pa...
eBook Gratuito
Guida: Depurazione, Salute e Bellezza

Vuoi riceverla gratuitamente? Scoprirai:

  • 4 metodi naturali per depurarti
  • Gli alimenti e i frullati detox
  • Come depurare il fegato e l'intestino
  • Tre rimedi naturali per depurare il colon
  • Test della pelle e Bristol Stool Chart
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuoi ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Controlla subito la tua casella di posta!
Fatto!