Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

I fanghi anticellulite funzionano?

Non esiste donna su tutta la terra che – con l’arrivo delle belle giornate – non corra presso uno dei negozi della grande distribuzione o in farmacia per acquistare una bella confezione di fanghi anticellulite, uno dei rimedi più antichi e forse più efficaci di sempre. In fondo il tempo stringe e la bella stagione è sempre più vicina del previsto. Ma i fanghi anticellulite funzionano davvero? O meglio sostituirli con qualcosa di più efficace?

i fanghi anticellulite funzionano

In quest’articolo vedremo insieme quali sono le proprietà che dovrebbe avere un fango anticellulite per essere considerato efficace. Scopriamo anche come utilizzarlo per ottenere risultati che siano davvero apprezzabili, in termini sia estetici che funzionali.

Prima di iniziare però potrebbe esserti utile avere a portata di mano il nostro e-book dedicato alla cellulite. Troverai tanti rimedi naturali da poter abbinare ai tuoi fanghi anticellulite per poter indossare senza timore quel paio di shorts e quel vestitino a fiori che ti piacciono tanto e che ti stanno aspettando nell’armadio. Puoi scaricare l’ebook dedicato ai rimedi anticellulite qui.

E-book alla mano torniamo ai nostri fanghi.

Perché i fanghi anticellulite sono uno dei rimedi naturali più antichi ed efficaci

Se ogni volta che arrivi alla cassa per pagare i tuoi nuovi fanghi anticellulite vieni presa dal dubbio: Ma avrò fatto bene a comprarli? Funzioneranno? Quanto tempo impiegheranno per darmi dei risultati? Ti tranquillizzo subito, i fanghi anticellulite funzionano e ancora oggi rimangono uno dei rimedi naturali più efficaci per contrastare questo inestetismo.

La cosa importante però è quella di non cedere all’inganno di considerarli un rimedio miracoloso, in grado, in sole due applicazioni, di risolvere il problema. Per ottenere dei risultati apprezzabili bisogna anzitutto essere costanti e aggiungere ai fanghi anticellulite anche qualche altro piccolo accorgimento che vedremo alla fine dell’articolo.

I fanghi sono uno dei rimedi naturali più antichi in assoluto. Pensa che i primi utilizzatori dei fanghi per trattare alcune problematiche comuni della pelle furono gli antichi romani. Erano sempre molto attenti al loro aspetto estetico oltre che al proprio benessere1.

Se dopo secoli ancora continuiamo ad acquistarli e a usarli è proprio perché funzionano e possiedono davvero tantissime proprietà sia per la pelle che per la cellulite. Ad esempio:

  • stimolano il microcircolo
  • purificano la pelle, soprattutto quelli a base di argilla
  • favoriscono l’eliminazione di liquidi e tossine
  • migliorano il fastidioso aspetto a “buccia d’arancia”
  • rendono i tessuti più tonici e dall’aspetto compatto

Direi già 5 ottime ragione per non pentirsi di averli comprati o per correre subito a farlo nel caso fossi ancora indecisa!

Pensa che una leggenda narra che la stessa Cleopatra era solita utilizzare i fanghi del Mar Morto per rendere la sua ancora più liscia e vellutata.

Il meccanismo di azione dei fanghi contro la cellulite

Ora che abbiamo visto le proprietà generali dei fanghi, vediamo insieme perché i fanghi funzionano contro la cellulite.

fanghi anticellulite all argilla verde

I fanghi sono composti principalmente da due parti, una solida, fatta per lo più di argilla e/o alghe e una liquida, fatta di acqua termale. Entrambe poi vengono arricchite con dei principi attivi di origine naturale, noti proprio per la loro capacità di trattare e ridurre l’inestetismo.

Tra i principi attivi naturali che puoi trovare all’interno di un buon fango anticellulite abbiamo:

  • la betulla: regina indiscussa tra le piante anticellulite per le sue proprietà depurative e drenanti
  • l’edera: pianta rampicante presente in molti cosmetici anticellulite per le sue proprietà antinfiammatorie
  • l’ippocastano: il cui principio attivo naturale principale sono le Saponine, che hanno una spiccata azione anti edema
  • l’escina: che come la betulla viene utilizzata per le sue proprietà drenanti
  • l’argilla: nota sin dall’antichità per le sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. L’argilla può essere verde, bianca- nota anche come caolino – o gialla. Il colore poco importa, le sue proprietà rimangono le stesse.

I fanghi funzionano contro la cellulite perché una volta applicati sulla pelle, esercitano verso questo inestetismo una forte azione osmotica, coadiuvata principalmente dal calore che producono.

I pori a contatto con il fango e grazie al calore si dilatano, rilasciano tossine e liquidi in eccesso e allo stesso tempo ricevono i principi attivi naturali presenti nel fango, che sempre grazie al calore, penetrano con maggior facilità.

Come applicare in maniera corretta i fanghi anticellulite

Per ottenere dei risultati apprezzabili il consiglio è quello di applicare i fanghi anticellulite almeno due volte a settimana per un periodo di un mese o poco più.

Già dopo i primi 810 trattamenti sarà possibile notare un miglioramento della zona delle gambe in termini di compattezza e riduzione degli edemi. Anche al tatto la pelle risulterà molto più morbida ed elastica.

Scarica l’eBook gratuito: Rimedi naturali per eliminare la Cellulite da braccia e pancia

Prima di applicare il fango, per favorire l’accesso dei principi attivi, è bene preparare la pelle con uno scrub delicato, così da rimuovere tutte le cellule morte e iniziare a riattivare la circolazione. Una volta che hai rimosso per bene lo scrub è possibile passare allo step successivo, l’applicazione del fango.

Quando lo applichi, cerca di mettere sulle gambe solo la quantità necessaria, senza esagerare, perché tutto ciò che viene applicato in più è uno spreco.

Quando un prodotto cosmetico è formulato bene e contiene davvero una quantità apprezzabile di principi attivi naturali, va utilizzato nelle giuste quantità, perché è già efficace. Non serve metterne quantità industriali solo per la speranza di veder prima i risultati.

Quello che realmente ti serve per contrastare la cellulite sono calma e costanza, perché i cosmetici hanno bisogno del loro tempo per funzionare e la fretta non aiuta di certo.

 Lo spessore del fango che devi applicare su tutte le gambe, partendo dalla caviglia, non dovrebbe superare il ½ cm.

Una volta applicato il fango su tutte le gambe puoi avvolgere tutto con la pellicola trasparente e lasciarlo in posa per almeno 30/40 minuti.

Se soffri di fragilità capillare e hai paura che i fanghi possano peggiorare la situazione, puoi optare per quelli dotati di effetto freddo, senza il timore di una loro minor efficacia.

Una volta rimosso il fango completa il tuo programma anticellulite applicando una crema oppure un olio drenante ed elasticizzante.

Come aumentare l’efficacia dei fanghi anticellulite

A questo punto è necessario fare qualche precisazione. I fanghi, così come ogni altro rimedio cosmetico, hanno bisogno di tempo per dare degli effetti e soprattutto bisogna evitare di applicarli con discontinuità. È bene poi abbinarli a un vero programma anticellulite, fatto, oltre che di cosmetici, anche di una sana e varia alimentazione e attività fisica2.

Da soli poverini i nostri fanghi, riescono a poco e non per colpa loro.

I risultati che poi è possibile ottenere con i fanghi saranno proporzionali all’entità dell’inestetismo. Se la cellulite ha appena fatto la sua comparsa, sarà molto più facile ottenere dei risultati, se invece ci troviamo davanti un’amica di vecchia data, che ha demarcato il suo territorio con cuscinetti e noduli fibroedematosi, sarà bene ricorrere a qualcosa in più rispetto a un semplice fango.

Ad esempio potrebbero risultare efficaci integratori naturali a base di flavonoidi, potentissimi antiossidanti di origine naturale, di cui la scienza ha evidenziato proprietà positive anche nei confronti del peso corporeo3 e adipe localizzata4.

O estratti secchi titolati di Betulla, Pilosella e Ananas, un trio da considerare vincente contro cellulite e ritenzione idrica, perché la loro azione sinergica è in grado di contrastare il problema alla radice, riducendo l’infiammazione del tessuto connettivo e aiutando l’organismo a eliminare i liquidi in eccesso e le tossine.

Spero di aver risposto alla tua domanda se i fanghi anticellulite funzionano, ma nel caso avessi ancora qualche dubbio sul loro utilizzo o sulla loro efficacia, non esitare a scrivermi nei commenti.

programma anticellulite

Ultimo aggiornamento il: 05/03/2020

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Revisionato da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il 05/03/2020

"I veri amici condividono tutto"

Hai trovato questo articolo utile? Condividilo!

Snellimento cosce: cosa funziona davvero? Creme rassodanti, dieta, esercizi, integratori … quale sarà il vero segreto per snellire le cosce? P...
Cellulite a 20 anni: perchè così presto? Hai solo 20 anni e la cellulite ha già fatto la sua comparsa? Quella che all’inizio sembrava solo un...
Prevenzione cellulite: ecco come evitarla Prevenzione cellulite ... Sembra quasi il nome di una missione segreta dai connotati impossibili, ve...
Cellulite localizzata: ecco i rimedi naturali Nonostante tu sia magra hai notato un accumulo di grasso localizzato su pancia e stomaco? Lungo l’es...
Qual è lo sport ideale per contrastare la cellulite? Hai deciso di contrastare la cellulite anche con lo sport e non sai quale attività sia più efficace ...
Gambe gonfie e pesanti: rimedi naturali 5 rimedi naturali per eliminare la pesantezza alle gambe Gambe gonfie e pesanti? Dopo una giornata ...

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

BIBLIOGRAFIA

1 Prof. Antonino Di Pietro. Fanghi per viso e corpo: uso e proprietà.

2 Int J Cosmet Sci. 2006 Jun;28(3):175-90. doi: 10.1111/j.1467-2494.2006.00318.x. Cellulite and its treatment. Rawlings AV.

3 Nutr Res. 2008 Feb;28(2):66-71. doi: 10.1016/j.nutres.2007.12.006. Meal replacement with mixed rice is more effective than white rice in weight control, while improving antioxidant enzyme activity in obese women. Kim JY, Kim JH, Lee DH, Kim SH, Lee SS.

4 J Med Food. 2016 Apr;19(4):410-7. doi: 10.1089/jmf.2015.3590. Epub 2016 Mar 29. Germinated Waxy Black Rice Suppresses Weight Gain in High-Fat Diet-Induced Obese Mice. Lim WC, Ho JN, Lee HS, Cho HY.