Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Gynostemma: proprietà, utilizzi e controindicazioni

Sulla cima del monte Fanjing, nel sud ovest della Cina, in una zona protetta dall’UNESCO, cresce rigogliosa la “pianta dell’immortalità”. Il suo nome è Gynostemma pentaphyllum, e in questo articolo ne scopriamo le prorietà, gli utilizzi e le possibili controindicazioni.

gynostemma proprieta e utilizzi

Le sue foglie vengono usate sin dai tempi della dinastia Ming, nel 1300 a.d., per le loro proprietà benefiche verso l’organismo. In alcuni testi antichi oltre che come pianta dell’immortalità viene definita anche come pianta miracolosa, ed è probabile che tu l’abbia già sentita con altri nomi come Xiancao, la cui traduzione è proprio erba immortale.

Altre volte è indicata come Ginseng del sud, data la somiglianza tra le due piante, sia a livello di composizione, quanto per le loro proprietà. Entrambe infatti sono ottimi tonici adattogeni. La Gynostemma rispetto al Ginseng, si è dimostrata essere ancora più efficace, e soprattutto viene utilizzata per la sua capacità di mantenere l’organismo in un perfetto stato di equilibrio.

Questo non solo grazie alle sue proprietà adattogene, ma anche per le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, stimolanti per il sistema immunitario, ipocolesterolemizzanti e di controllo del peso corporeo. Non c’è apparato del nostro organismo che non giovi dei benefici della Gynostemma, che ora vedremo più da vicino!

Gli utilizzi della Gynostemma

La Gynostemma pentaphyllum, il cui nome letteralmente significa pianta con foglie a 5 punte, è dotata di tantissime proprietà.

Le sue capacità le vengono conferite dall’alta percentuale di gypenosidi, flavonoidi e saponine triterpeniche, contenuti nelle sue foglie. Questi principi attivi le conferiscono una potente azione:

  • Antiossidante
  • Energizzante
  • Stimolante per le difese immunitarie
  • Ipocolesterolemizzante e ipoglicemizzante
  • Di controllo sul peso corporeo e sul metabolismo dei lipidi

Date le sue proprietà puoi utilizzare la Gynostemma tutte le volte in cui:

  • Ti senti stanco
  • Hai bisogno di una mano per combattere le situazioni di stress
  • L’ansia sembra non volerti proprio abbandonare
  • Hai difficoltà di concentrazione e di memoria
  • Vuoi tenere sotto controllo il tuo peso corporeo
  • Vuoi eliminare gli accumuli adiposi e la cellulite
  • Vuoi contrastare l’invecchiamento cutaneo
  • Vuoi aiutare le difese del tuo sistema immunitario

Scopri Biosnel Salugea, l’integratore a base di Gynostemma ed altri estratti vegetali formulato per contrastare la cellulite, ridurre il senso di fame e i depositi di tessuto adiposo sotto-cutaneo.

Come avrai intuito le foglie di Gynostemma sono un vero e proprio toccasana per l’organismo, e date le loro proprietà si prestano a molteplici utilizzi.

Proprietà adattogene

Come ti accennavo prima spesso Gynostemma e Ginseng vengono confusi, questo accade perché entrambe queste piante hanno la capacità di agire favorevolmente sulla resistenza dell’organismo alle situazioni di stress, soprattutto se prolungate.

Per essere più precisi aiutano la nostra mente e il nostro corpo ad “adattarsi” alle situazioni stressanti, dandogli non solo la capacità di reagire, ma anche l’energia necessaria per farlo. Di cui spesso ahimè siamo sprovvisti. Ecco perché queste piante vengono comunemente definite come tonici adattogeni.

La Gynostemma è un rimedio naturale ideale per dire addio all’ansia, allo stress e alla stanchezza che spesso ne consegue e dare finalmente il benvenuto alla vitalità.

Proprietà confermate anche da uno studio scientifico, che ne ha dimostrato l’efficacia su 72 soggetti sani ma sottoposti a stress psicologico cronico. Per loro un’integrazione di 8 settimane di estratto di foglie di Gynostemma si è dimostrata sufficiente per ridurre la loro naturale “predisposizione all’ansia” e renderli più capaci di far fronte alle situazioni che li sfibravano.

Proprietà antiossidanti

Le proprietà antiossidanti della Gynostemma derivano dalla presenza al suo interno dei flavonoidi. Questi attivi aumentano la produzione degli antiossidanti a livello endogeno e hanno una potente azione di contrasto nei confronti dei radicali liberi, che come ben saprai sono i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

La Gynostemma quindi oltre a ridurre lo stress e farci più sereni è anche un ottimo antiage.

Proprietà immunostimolanti

La Gynostemma è utile anche per aumentare le difese immunitarie dell’organismo, rendendolo più forte contro l’attacco di virus, funghi e batteri.

Uno studio ha dimostrato l’effetto neuroprotettivo e immunomodulatore dei gypenosidi anche nei confronti della neurite ottica, una malattia degenerativa che colpisce la funzionalità visiva.

Proprietà ipocolesterolemizzanti e ipoglicemizzanti

La Gynostemma oltre a essere un ottimo immunostimolante e antiossidante svolge anche un’azione di controllo sul metabolismo dei lipidi:

  • Evita che possano depositarsi lungo le pareti dei vasi sanguigni
  • Riduce i loro livelli plasmatici

Impedendo ai lipidi di depositarsi lungo le pareti dei vasi sanguigni rende anche più difficile l’eventuale formazione di placche aterosclerotiche.

Ma la sua azione non finisce qui, perché le saponine agiscono anche sui livelli di colesterolo, aumentando quello HDL, detto colesterolo buono e diminuendo quello LDL, il colesterolo conosciuto anche come colesterolo cattivo.

La Gynostemma svolge anche un’azione ipoglicemizzante, regola i livelli di glucosio nel sangue riducendo la resistenza dell’ormone insulina, specialmente nei casi di sovrappeso.

Proprietà antinfiammatorie

La Gynostemma ha anche un’azione antinfiammatoria e può essere utilizzata tutte le volte in cui si ha a che fare con malattie infiammatorie croniche come ad esempio è l’artrite.

Efficacia dimostrata sia da studi condotti in vitro che in vivo, uno dei quali ha evidenziato come i gypenosidi si siano dimostrati utili nel proteggere le cellule dell’epitelio pigmentato della retina dallo stress ossidativo e dall’infiammazione.

Proprietà di controllo del peso corporeo

L’estratto di Gynostemma riduce l’assimilazione degli zuccheri e dei grassi assunti con l’alimentazione. Limita il deposito di grasso nel pannicolo adiposo e migliora il trofismo del connettivo. Può essere quindi utilizzata come integratore per mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo, e contrastare l’inestetismo della cellulite.

In questo caso, per ottimizzare i risultati, è possibile associarla anche ad altre piante come la Garcinia Cambogia, la Centella asiatica o l’Ananas per sfruttare la loro azione sinergica ed agire favorevolmente contro i depositi di tessuto adiposo sotto-cutaneo, liquidi in eccesso e tossine, favorendone l’eliminazione.

La Gynostemma può quindi venir considerata un ottimo coadiuvante nei trattamenti controllati per la perdita di peso.

Controindicazioni della Gynostemma

La Gynostemma di per sé è una pianta ben tollerata e dati i suoi innumerevoli benefici per l’organismo chi ha avuto il piacere di farne la conoscenza non se ne è più separato.

Pensa che ci sono persone che hanno deciso di farla crescere anche nelle proprie abitazioni, per poterne consumare le foglie, sia fresche che secche, per rendere più ricco e salutare un semplice piatto di insalata o per preparare un infuso o del tè. In questo caso la raccomandazione è di non eccedere e di non consumare più di 3 o 4 foglie al giorno.

Certo, ricreare l’ambiente adatto per far crescere la Gynostemma non è facile, ma per fortuna però oggi è facilmente reperibile in commercio sotto forma di estratto secco titolato, una forma di lavorazione della pianta che consente di conservare l’integrità di tutti i suoi principi attivi.La trovi anche in Biosnel Salugea, integratore 100% naturale per il contrasto degli inestetismi della cellulite.

Oltre ad avere innumerevoli benefici la Gynostemma non è però immune da qualche effetto collaterale e controindicazione. Ne è sconsigliato l’utilizzo nelle donne in gravidanza e nelle persone già in terapia anticoagulante. Nel caso in cui tu stia seguendo una terapia a base di questi farmaci il consiglio è quello di parlarne sempre con il tuo medico curante e seguire il suo parere.

Spero di averti fatto conoscere un po’ meglio questa meravigliosa pianta usata da sempre nel mondo orientale e che da poco ha fatto il suo ingresso in quello occidentale, dando larga prova delle sue capacità.

Biosnel

Ultimo aggiornamento il: 18/06/2019

"I veri amici
condividono tutto"

Conosci un amico che potrebbe trovare utile questo post?
Condividilo con lui!

BIBLIOGRAFIA

Phytomedicine. 2019 Jan;52:198-205. doi: 10.1016/j.phymed.2018.05.002. Epub 2018 May 8. Supplementation with extract of Gynostemma pentaphyllum leaves reduces anxiety in healthy subjects with chronic psychological stress: A randomized, double-blind, placebo-controlled clinical trial. Choi EK, Won YH, Kim SY, Noh SO, Park SH, Jung SJ, Lee CK, Hwang BY, Lee MK, Ha KC, Baek HI, Kim HM, Ko MH, Chae SW.

Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2019 Mar;44(6):1193-1200. doi: 10.19540/j.cnki.cjcmm.20181226.019. Protective effects of flavonoids from Gynostemma pentaphyllum on oxidative damage in LLC-PK1 cells. Lin M, Wang YR, Zhai XF, Xing SF, Piao XL.

Med Hypotheses. 2014 May;82(5):636-8. doi: 10.1016/j.mehy.2014.02.030. Epub 2014 Mar 6. Gypenosides might have neuroprotective and immunomodulatory effects on optic neuritis. Li K, Du Y, Fan Q, Tang CY, He JF.

Oncotarget. 2017; 8:87401-87414. https://doi.org/10.18632/oncotarget.20997. Gynostemma pentaphyllum saponins attenuate inflammation in vitro and in vivo by inhibition of NF-κB and STAT3 signaling. Wing-Yan Wong, Magnolia Muk-Lan Lee, Brandon Dow Chan, Victor Wan-San Ma, Wenchun Zhang, Timothy Tak-Chun Yip, Wing-Tak Wong and William Chi-Shing Tai.

Food Chem Toxicol. 2018 Feb;112:76-85. doi: 10.1016/j.fct.2017.12.037. Epub 2017 Dec 21. Gypenosides protect retinal pigment epithelium cells from oxidative stress. Alhasani RH, Biswas L, Tohari AM, Zhou X, Reilly J, He JF, Shu X.

Obesity (Silver Spring). 2014 Jan;22(1):63-71. doi: 10.1002/oby.20539. Epub 2013 Sep 5. Antiobesity effect of Gynostemma pentaphyllum extract (actiponin): a randomized, double-blind, placebo-controlled trial. Park SH, Huh TL, Kim SY, Oh MR, Tirupathi Pichiah PB, Chae SW, Cha YS.

Scritto da:

Dott. Stefano Censani
Biologo e Naturopata

il

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia qui un Commento...
e ricevi un Regalo!

Commenta questo post o raccontandoci la tua esperienza...
Riceverai un Coupon Sconto via e-mail che potrai utilizzare nel negozio di prodotti naturali Salugea.com

Lascia un commento

Gambe gonfie e pesanti: rimedi naturali 5 rimedi naturali per eliminare la pesantezza alle gambeGambe gonfie e pesanti? Dopo una giornata di...
Vite rossa: proprietà e benefici La Vite rossa, il cui nome botanico è Vitis vinifera, è una pianta appartenente alla famiglia delle ...
Vite rossa capsule: l’alleato della tua circolazione sanguigna La sera quando torni a casa senti sempre le gambe stanche e pesanti? I capillari sulle tue cosce son...
Prova costume 2019: rimedi naturali che funzionano Non esiste donna al mondo che con l’avvicinarsi dell’estate, in procinto della prova costume, non pa...
Cosa mangiare per eliminare la cellulite Se per molte donne l’estate è la stagione più bella e attesa dell’anno per altre è una stagione davv...
Cellulite fibrosa: cos’è, come si manifesta e come trattarla La cellulite fibrosa è lo stadio più acuto della cellulite, un processo infiammatorio del tessuto co...
eBook Gratuito
Manuale del Colesterolo

Vuoi riceverlo gratuitamente nella tua casella e-mail?

  • Il Colesterolo buono e cattivo
  • Le tecniche più efficaci per ridurre il colesterolo in eccesso
  • Quali alimenti portare in tavola
  • Quali sono le piante e i rimedi naturali consigliati
  • Qual’è la combinazione di estratti vegetali in grado di ridurlo del 20% circa in soli 3 mesi!
A quale indirizzo mail vuoi riceverlo?

Inserisci l'indirizzo mail al quale vuole ricevere gratuitamente l'eBook e le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali Salugea!

Fatto!
Controlla subito la tua casella di posta!